May 7, 2016 |Bergamo – ASST Papa Giovanni XXIII

Il Network JCI si è riunito presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo il giorno 15 Aprile per affrontare il tema del Patient Flow e della Continuità delle Cure.

Successivamente il Dott. Azzali, coordinatore del Network JCI, ha inquadrato le tematiche del patient flow e della continuità delle cure all’interno della metodologia di Joint Commission International.

La giornata è terminata con la presentazione dei dati dei progetti per il Premio Qualità 2016 ricevuti e la presentazione dell’evento del 10 Giugno a Roma dove verranno assegnati i premi.

Durante il resto della giornata si sono succedute le presentazioni di 4 diverse esperienze di organizzazioni del Network JCI, in particolare 2 di queste esperienze hanno affrontato il tema della gestione delle risorse in un’ottica di utilizzo efficiente ed efficace delle risorse.

L’Ing. Bui, di Humanitas Research Hospital, ha presentato il modello di pianificazione dei posti letto e delle terapie intensive in uso all’interno della sua organizzazione mentre le Dott.sse De Meo e Proietti, del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma, hanno presentato il loro modello di “ottimizzazione dei posti letto”.

Le ulteriori 2 esperienze hanno invece presentato due percorsi specifici; i Dott. Pisano e Ansaloni hanno presentato l’esperienza dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII sul percorso del Paziente con colecistite acuta. Successivamente i Dott. Ranieri, Pagani e Rubio hanno raccontato come all’interno dell’Istituto Europeo di Oncologia viene gestito il percorso della paziente con tumore al seno.

La giornata è terminata con la presentazione dei dati dei progetti per il Premio Qualità 2016 ricevuti e la presentazione dell’evento del 10 Giugno a Roma dove verranno assegnati i premi.