Project Description

Il prossimo 28 giugno, dalle 10.30 alle 16.30, si terrà a Firenze, presso la AOU Meyer, l’incontro di presentazione sui “Privileges” nelle organizzazioni accreditate da JCI in Italia.
Sarà presentata un’analisi delle diverse modalità di identificazione, classificazione, descrizione dei Privileges all’interno delle organizzazioni sanitarie.

PERCHÉ QUESTO INCONTRO

Diversi studi hanno evidenziato l’impatto significativo  dei Privileges sui sistemi di gestione del rischio: tra i fattori contribuenti al verificarsi degli eventi sentinella, tramite analisi retrospettive delle cause profonde (RCA), è emersa  in modo evidente la mancata applicazione di criteri espliciti di autorizzazione dei singoli medici a svolgere determinate procedure o attività sanitarie, con impatto negativo sulla qualità dell’assistenza sanitaria. Appare evidente come, – in un’ottica di integrazione tra patient safety, valutazione e formazione – questa prerogativa del nostro sistema debba essere migliorata, favorendo lo sviluppo e applicazione di strumenti che consentano di rendere più efficacemente valutabile quest’aspetto della qualità dell’assistenza.

IL CONFERIMENTO DEI PRIVILEGES

Per colmare questo problema e tutelare la sicurezza del paziente è importante prevedere un processo di conferimento ai medici dei  Privileges (standard JCI SQE.10). Il conferimento dei Privileges è il processo attraverso il quale l’organizzazione sanitaria autorizza un professionista medico ad eseguire determinate prestazioni sanitarie in termini di aree cliniche e contenuti delle prestazioni, sulla base di una valutazione delle credenziali e delle performance del professionista.

Da quasi 20 anni le organizzazioni accreditate da JCI in Italia si confrontano con questo tema e  il 28 giugno  desideriamo analizzare e affrontare – insieme alle organizzazioni iscritte al Network – le fasi del percorso che conduce al conferimento. Ciò, al fine di comprendere la situazione attuale, verificare i punti di forza e di debolezza di questo processo, raccogliere idee e suggerimenti per avere maggiore successo nel costruire questo importante presidio per la sicurezza del paziente.

Partecipa